Assemblea Straordinaria del 19/12/2014 e nomina a Socio Onorario di S.E. Mons. Fernando Filograna

Assemblea Straord. 19-12-2014

Bei momenti che hanno toccato profondamente il cuore dei Soci e dei familiari convenuti all’Assemblea Straordinaria del nostro Sodalizio del 19 dicembre 2014 dove il Presidente Cav. Giovanni Potenza, aprendo i lavori, ha illustrato i punti importanti che hanno caratterizzato l’incontro.

Ha così esordito:
“Apriamo i lavori di questa assemblea Straordinaria con il mio saluto di benvenuto  ed un vivo ringraziamento a tutti voi, ai graditi ospiti, in particolare al nostro amato vescovo Mons. Filograna, a Don Giuliano nostro padre spirituale e al nostro caro Presidente Onorario. E come nostra consuetudine prima di passare ai due punti dell’O.d.G. chiedo un minuto di raccoglimento per ricordare il nostro Socio Elio Ingusci deceduto appena 8 giorni fa.

Solo 2 comunicazioni :
1)        subito dopo l’Epifania il comune dovrebbe iniziare dei lavori proprio in questa sala, pertanto prego i Sigg. soci che usano giocare a carte di avere un po’ di pazienza fino a quando detti lavori non saranno ultimati ;
2)        Sono state già fissate le date per i festeggiamenti dei 150 anni di fondazione del nostro Sodalizio che saranno il  5, 6 e 7 giugno prossimo. Sicuramente il primo dei tre giorni che è venerdì saremo presso l’Oasi Tabor, il giorno dopo sabato nella Sala Roma e domenica giornata conclusiva,  nel Teatro Comunale Il programma, comunque, è in fase di elaborazione.

           Iniziamo con il 1° punto all’ O.d.G.: Consegna borse di Studio.

Risale al 1980 anno in cui la Società Operaia istituì le “Borse di Studio“, quale stimolo ed incitamento ad una gara culturale di emulazione tra tutti i figli di soci. Vengono assegnate a quegli alunni che hanno riportato la migliore votazione nell’anno scolastico considerato. La 1^ borsa di studio fu assegnata a Marcello Risi figlio di Socio , oggi Avvocato e Sindaco della nostra Città Le borse di studio sono garantite ogni anno,  grazie alla nobile sensibilità dei familiari di soci deceduti, in memoria dei propri cari per aver vissuto una vita generosa ed esemplare. E questa sera vengono consegnate 6 borse di studio.

La 1^ borsa di studio alla memoria del Socio Pantaleo TRAMACERE (calzolaio/musicante) deceduto nel 1985  viene assegnata allo studente Giulia ALFIERI per aver conseguito la maturità classica con il punteggio di 100. La consegna la figlia del Socio D.ssa Albina Tramacere;

La 2^ borsa di studio alla memoria del Socio Antonio Marsiglia (fabbro) deceduto nel 2013 viene assegnata a Pierpaolo Ingusci per essere stato promosso al 5 ° anno di Ist. Tecn.co Comm.le con la media di 8,64 . La consegna la moglie del Socio Sig.ra Concetta Bottazzo;

La 3^ borsa di studio alla memoria del Socio Amleto Nocera ( stagnino) deceduto nel 2014 viene assegnata a Andrea Dell’Anna per aver superato il 3° anno di Istit.Tecn.co Comm.le con la media di 6,63. La consegna il figlio del Socio Sig. Federico Nocera;

 La 4^ borsa di studio alla memoria del Socio Salvatore Bonuso ( tipografo) deceduto nel 2014 viene assegnata a Giorgia MUSCA per aver conseguito il diploma di scuola media secondaria di 1° grado con il punteggio di 9 decimi. La consegna la moglie del Socio Sig.ra Assunta Bonsegna;

La 5^ borsa di studio alla memoria del Socio Gustavo Falangone (falegname) deceduto nel 2014 viene assegnata a Giorgia Frasca per aver conseguito il diploma di scuola media secondaria di 1° grado con il punteggio di 8 decimi. La consegna il figlio del socio Sig. Marco Flangone;

6 e ultima borsa di studio alla memoria del Socio Arturo Rucco ( barbiere) deceduto nel 1998 viene assegnata a Gaia Marinaci per aver conseguito il diploma di scuola media secondaria di 1° grado con il punteggio di 8 decimi . La consegna il figlio del socio Sig. Antonio Rucco.

Tengo a precisare che la 5 e 6 borsa di studio, avendo stesso valore,  sono state consegnate secondo l’ ordine alfabetico.

E adesso, credo che meritano un forte applauso con  l’augurio che questo possa essere messaggio di incoraggiamento per spronarvi a studiare solo così potrete garantire la crescita sociale ed economica all’intera comunità.

Passiamo ora al 2° punto dell’ O.d.G.:

Conferimento nomina a Socio Onorario di Mons. Fernando Filograna, Vescovo della Diocesi di Nardò e Gallipoli.

Consentitemi però, di rivolgere un breve saluto al nostro amato Pastore.

Eccellenza Reverendissima,
con molto piacere Le rivolgo il nostro caloroso benvenuto, a nome mio personale, del nostro Presidente Onorario, di tutti i  Soci, del Consiglio Direttivo, dei familiari e di tutti gli amici presenti questa sera.  AverLa qui tra noi è un grande onore e una grande gioia, perché in Lei riconosciamo la Paterna della Guida e anche, se mi consente,  di un Amico della Società Operaia. Grazie di aver accolto il nostro invito, nonostante i pressanti impegni della nostra Diocesi. La accogliamo, eccellenza, in quella che è già la Sua casa e allora è un “ benvenuto a casa “ quello che stasera Le formuliamo. Anche questa nostra piccola Comunità, la Società Operaia, così come l’intera nostra Città, con gioia e speranza hanno accolto la Sua nomina a Vescovo. Le Società Operaie di Mutuo Soccorso sono nate, alla fine del 1800, come Associazioni Volontarie, con lo scopo di migliorare le condizioni materiali e culturali dei ceti dei lavoratori. Esse si fondavano sulla mutualità, sulla solidarietà ed erano legate al territorio in cui nascevano. La Società Operaia di Mutuo Soccorso “ Giovanni Zuccaro “di Nardò, nei suoi 150 anni di vita, ha saputo dare alla parola mutualità un senso profondo, scegliendo con consapevolezza le azioni che più rispondevano alle esigenze delle persone nel contesto storico sociale di riferimento: in effetti la mutualità, nel corso del tempo, ha assunto significati diversi, in relazione agli eventi che hanno contraddistinto le varie epoche La crisi economica che stiamo vivendo è oggi aggravata dalla crescente decadenza dei valori morali, quelli propri della Società Operaia, nonché della evidente sfiducia che svuota gli animi di ognuno di noi E in questo contesto la Chiesa e gli impegni della fede assumono un ruolo di estrema importanza. Mai come adesso, in un mondo pieno di incertezze, noi tutti abbiamo la necessità di trovare conforto nell’unica verità in cui crediamo. La nostra Associazione, che è parte di una grande famiglia, tra i più antichipresidi nati dopo l’Unità d’Italia, deve riuscire a comunica re i valori che sono sempre stati alla base delle Società Operaie di Mutuo Soccorso: la fratellanza sociale, il rispetto e l’affetto reciproco, la carità cristiana, l’amore per il sodalizio, per il proprio Paese, perseverando il benessere e la qualità della vita. Eccellenza, abbiamo sempre presente il biglietto da visita con il quale si annunciò alla nostra Città: un mandato all’insegna dell’amicizia e dell’amabilità che ci ha colpiti subito, quando ancora non avevamo avuto modo di conoscerLa e apprezzarLa. Per la benevolenza e la disponibilità, propria anche dei Suoi illustri predecessori, che ci ha voluto dimostrare, e per sentirLa profondamente vicino nelle attività e negli scopi della Società, l’Assemblea dei Soci, che in una delle ultime sedute ha deliberato all’unanimità di  conferirLe la nomina a Socio Onorario di questo Sodalizio, con la seguente motivazione: Per il costante impegno pastorale, teso alla salvaguardia dei principi etici del lavoro e della fraterna cristiana solidarietà, valori fondamentali della Società Operaia. In conclusione del mio intervento, Le rinnovo il benvenuto tra noi e Le chiedo di voler impartire una benedizione paterna alla nostra Sede e a tutti noi e di ricordarci nelle Sue preghiere. La ringraziamo ancora con sentimenti filiali di stima e grande riconoscenza. Eccellenza, quando vorrà, il nostro Sodalizio La attende e ha per Lei sempre la porta aperta, così come le porte dei nostri cuori, che oggi esultano di gioia.”

Dopo la consegna della pergamena quale  Socio Onorario a Mons. Fernando Filograna il presidente ha dato la parola sia a Mons. Fernando Filograna e poi al Presidente Onorario Dr. Luciano Barbetta, che con un discorso toccante e reale dell’attuale grave momento che si sta vivendo in Italia e particolarmente nel nostro Sud, hanno poi chiuso, all’indirizzo dell’Assemblea, che bisogna crederci ed avere fede sempre. Il momento è stato occasione per fare i migliori auguri a tutti di un Buon Natale e felice Anno Nuovo.
Impeccabile l’organizzazione dell’Assemblea e di tutta la serata curata puntigliosamente da tutti i Soci ma in modo particolare dai Sigg. Francesco Frasca e Franco Barone.
Lo stesso Presidente formulando gli  auguri a tutti i soci e famiglie per un santo Natale ed un felice anno nuovo ricco di ogni bene, chiudendo i lavori, ha invitato gli stessi nella sala antistante per un momento conviviale.

(Nelle sessioni “Galeria Fotografica” e “Video” sono rappresentati i momenti salienti dell’evento.)

GIORNATA DI ALTRUISMO PER LA SOCIETA’ OPERAIA

Donazione sangue

Donare il sangue è un gesto di vera solidarietà, di notevole valore civico ed etico che permette di salvare tante vite umane e oggi 8 dicembre festa dell’Immacolata i soci della Società Operaia di Mutuo Soccorso di Nardò, rappresentati dal Cav. Giovanni Potenza, sempre molto sensibili all’altruismo, hanno voluto fare l’ennesimo vero cenno di sostegno all’iniziativa unitamente alla Fidas Associazione Leccese Donatori Volontari di Sangue – Sezione di Nardò – con una notevole partecipazione e con bel 93 sacche di sangue raccolte.
Alcuni momenti di solidarietà nelle foto.

Fiaccolata cittadina e affidamento della Città di Nardò alla Madonna Immacolata.

Festa dell'Immacolata

Suggestiva e toccante la Fiaccolata alla Madonna Immacolata organizzata e realizzata dal nostro Sodalizio giunta alla diciannovesima edizione.
Il Presidente Cav. Giovanni Potenza  con un sincero e sentito discorso fatto subito dopo la fiaccolata svoltasi per le vie cittadine, ha ringraziato tutte le autorità intervenute tra cui il Presidente della Provincia di Lecce Dr. Antonio Gabellone, il Sindaco di Nardò Avv. Marcello Risi, il Vescovo della Diocesi Nardò-Gallipoli Mons. Fernando Filograna e le forze dell’ordine.
Ha avuto modo di apprezzare anche la Segreteria organizzativa composta dai Sigg. Francesco Frasca e Franco Barone per l’importante impegno e abnegazione profusi per l’occasione.
I Vigili del Fuoco del distaccamento di Lecce hanno poi deposto ai piedi della statua della Madonna, su in alto la guglia, un cuore di fiori bianchi offerto dalla Confraternita dell’Immacolata.