Pedalata nel centro storico

Pedalata del 21-06-2015

Si è svolta ieri 21 giugno 2015 la pedalata per le vie, viuzze e piazze del nostro centro storico organizzata dal Comitato “Idee in Piazza – Nardò” alla quale ha partecipato con una piccola rappresentanza anche la nostra Società Operaia.

Divertente e riflessivo è stato il tour, ma in alcune situazioni anche rocambolesco per come, malgrado fosse domenica e il grande impegno dei vigili urbani presenti, si è dovuto pedalare nel traffico automobilistico presente.

Simpatiche e visibilmente emozionate le nuove guide che hanno fatto alcuni cenni storici sui principali monumenti e vie visitati, ma ben seguite e sorrette dai professionisti organizzatori dell’iniziativa nelle persone di: Ing. Pantaleo Pagliula, Prof. Mario Mennonna, Dott. Norberto Pellegrino, Dr. Realino Miceli, Dott. Roberto De Trane, e il Dott. Raffaele Onorato.

Gli organizzatori si sono molto soffermati sul grande degrado che persiste nel centro storico della nostra città, sui tantissimi basoli sconnessi che potrebbero, come è già successo, provocare incidenti, oltre che per le numerose automobili che attraversano il centro incuranti di pedoni e ciclisti e in alcuni casi, con parcheggi selvaggi. L’auspicio di tutti è che si possa al più presto rendere il centro storico più vivibile e fruibile a serene passeggiate anche in bici rivalutando l’inestimabile bellezza della nostra storia.

Centocinquant’anni della Società Operaia Mutuo Soccorso “Giovanni Zuccaro” – 5, 6 e 7 giugno 2015.

Centocinquant’anni

L’appuntamento con i festeggiamenti per i suoi centocinquant’anni è avvenuto venerdì 5 giugno, presso la Sala Roma, dove il moderatore Dott. Marcello Paglialunga dopo aver aperto i lavori del convegno ha presentato ai numerosissimi partecipanti il Presidente Cav. Giovanni Potenza e il Presidente onorario Dott. Luciano Barbetta e il Sindaco della Città l’Avv. Marcello Risi.

Dopo il saluto e gli auguri del Sindaco a tutti i soci ha passato la parola al presidente Cav. Potenza che parlando della vita della società stessa, fondata nel 1865 da artigiani locali, ha fatto un approfondimento dalle origini ad oggi e delle prospettive future. Subito dopo è stata data la parola ai professori Clara De Braco, Franco Bove e Cosimo Rizzo realizzatori dell’opuscolo numero unico realizzato per l’occasione, ma anche della prima e seconda edizione del libro della vita della Società Operaia.

Per l’occasione è stato anche istituita una borsa di studio per tutte le scuole di Nardò relativo alla vita della Società Operaia, vinto poi dal  gruppo composto dalle studentesse Stefania De Santis, Giorgia e Simone e Chiara Ligori della Sezione Grafica del Liceo Artistico “Ezio Vanoni”.

E’ stata data anche “vita” alle parole dette in precedenza con immagini d’epoca e interviste a soci ed ex amministratori della nostra Associazione, con un video proiettato e realizzato sempre dai professori Clara De Braco, Franco Bove e Cosimo Rizzo che racconta la storia della Società.

La serata si è conclusa con l’inaugurazione della mostra Antichi mestieri realizzata dall’associazione Amici del Museo di Porta Falsa.

Il secondo giorno di festeggiamenti si è svolto sabato 6 giugno presso l’Oasi Tabor, dove, oltre al giuramento di numerosissimi nuovi soci, si è anche consegnata una pergamena ricordo realizzata e firmata dall’artista maestro Egidio Presicce. Emozionante e toccante è stato il momento della consegna ai soci con cinquant’anni e oltre di iscrizione al Sodalizio seguito da una iniziativa che è stata particolarmente gradita dai soci e convenuti quale quella di un annullo postale realizzato per l’occasione dal Direttore dell’Ufficio Postale di Nardò, Sig. Giuseppe Cordisco . Nell’ambito del programma sono state magistralmente eseguite, dal quintetto d’archi dell’ICO Tito Schipa di Lecce, dal soprano Maria Cristina Fina e dal tenore Federico Buttazzo, arie di importanti opere liriche, con applausi anche a scena aperta, all’indirizzo degli artisti esecutori dei brani.

Il terzo ed ultimo giorno dei festeggiamenti si è svolto Domenica 7 giugno. Dopo la celebrazione della santa messa officiata dal Vescovo di Nardò-Gallipoli S.E. Mons. Fernando Filograna nella Cattedrale, si è mosso un corteo preceduto dalla Banda “Nuovo Concerto Bandistico Terra d’Arneo” con destinazione il monumento ai Caduti sul lavoro, dove il Presidente e il Sindaco della Città hanno deposto una corona di alloro in onore dei caduti sul lavoro. Dopo la deposizione della corona di alloro il corteo si è mosso tra le soleggiate vie cittadine, fino a raggiungere la sede della Società dove è stata scoperta una targa ricordo per i “Centocinquantanni” realizzata per la circostanza dai maestri Egidio Presicce e Daniele Dell’Angelo Custode e benedetta dal Padre spirituale della Società Don Giuliano Santantanio, alla presenza del Sottosegretario al Lavoro On. Teresa Bellanova, la madrina della Bandiera Sen. Maria Rosaria Manieri, il Sindaco di Nardò Marcello Risi, il Presidente Nazionale delle A.I.S.M.S. Geom. Sergio Capitoli, il Presidente onorario del Coordinamento regionale S.O.M.S.Rag. Giovanni Caramia e di tutte le consorelle radunate.

E’ seguito un convegno presso il Teatro Comunale dal titolo “Origini e principi ispiratori delle Società Operaie” ed in particolare del nostro Sodalizio fondato nel 1865 da Giovanni Zuccaro e da cui prende il nome, sodalizio che incarna valori di solidarietà e fratellanza, costituito all’epoca per offrire assistenza medica, alimentare e alfabetizzazione ai suoi soci, ma che oggi pur rivestendo un ruolo importante nella vita della città si è dovuta trasformare e adattare ai cambiamenti sociali e storici, pur conservando intatti gli ideali e i principi costitutivi punto di partenza della sua fondazione. Il moderatore dal Dott. Marcello Paglialunga ha così potuto dare la parola a tutti i partecipanti. Tutte le consorelle, oltre a prendere la parola, hanno fatto un gradito regalo di partecipazione, prontamente ricambiato dal Presidente con un piatto ricordo realizzato pure per l’occasione dal maestro Egidio Presicce, da un opuscolo contenente testimonianze e interventi di eminenti autorità ed ex presidenti, curato dai professori Clara De Braco, Franco Bove e Cosimo Rizzo e supervisionato direttamente dal Presidente Cav. Giovanni Potenza e da un libro sulla vita di San Gregorio Santo Patrono della Città gentilmente offerto dal Dott. Gabriele Onorato.  

Alla chiusura dei lavori  della imponente e travagliata tre giorni che ha visto impegnatissime e in certi momenti affannate, già dalle settimane precedenti, in modo particolare le segreterie amministrativo-contabili e organizzative, si è svolto un momento conviviale in allegria e spensieratezza presso la struttura “Antica Rudiae” di Lecce con tutti i soci, consorelle e autorità.