Assemblea del 19-05-2016

Soci carissimi,
sono veramente onorato di essere stato nominato Presidente di questa storica e prestigiosa Società Operaia di Mutuo Soccorso che, ha da poco celebrato i 150 anni dalla sua fondazione nel 1865, ma che nei decenni ha sempre rappresentato un punto di riferimento nel vivere sociale e che con tenacia ancora oggi si impegna quotidianamente per esaltare i più nobili ed universali valori civili che la ispirano da sempre:
la fratellanza, la solidarietà, la carità.
E’ da quando sono socio di questo sodalizio che, con molta discrezione, ho cercato di dare il mio contributo attivo e fattivo all’interno dell’Associazione ed è motivo di orgoglio che voi abbiate visto in me la persona giusta per ricoprire un ruolo così ambìto e allo stesso tempo pregno di responsabilità che negli anni ha visto succedersi persone stimate della realtà sociale neretina.
Colgo, perciò, l’occasione per esprimere la mia gratitudine a tutti i soci indistintamente ed in particolare a tutti coloro che sin da subito mi hanno dato il loro sostegno e disponibilità alla formazione della lista che, tanti consensi ha riscontrato in sede di Assemblea Straordinaria per il rinnovo del Consiglio Amministrativo e, che oggi rappresenta il nuovo organico della Società Operaia per il quadriennio 2016/2020.
Ho notato e apprezzato veramente tanto che, proprio in occasione delle elezioni del 24 Aprile scorso, tantissimi sono stati i soci che hanno partecipato, segno di quanto viva e coinvolgente sia questa nostra splendida Società Operaia e questo fa si che mi senta ancor più onorato e orgoglioso di essere oggi qui in questa veste.
Mi ha commosso ricevere sin da subito congratulazioni e attestasti di stima da parte di tanti soci e ciò non fa altro che accrescere in me la consapevolezza che la Società Operaia “Giovanni Zuccaro” di Nardò è una grande e calorosa famiglia.
Il merito va dato indubbiamente ad ogni singolo componente del nuovo organico qui presente che, con la professionalità e le diversificate competenze che abbraccia, dà un valido apporto a questo Sodalizio e alle attività solidali che questa Associazione, con attenzione, svolge.
Mi preme sottolineare, perché per me è motivo di vanto, che tanti sono i giovani che sono entrati a far parte dell’Organico.
Ritengo siano la nuova risorsa e il punto di forza per questa società che ha una storia prestigiosa alle sue spalle, ma che deve essere proiettata al futuro e i giovani sono il nostro futuro!
Consegneremo a loro la bandiera ideale del nostro antico e glorioso sodalizio.
Mi onora veramente tanto di poter contare in questo mio mandato sul sostegno e sull’esperienza dei Presidenti delle passate amministrazioni Carlo Marra, Salvatore Carrino e Gerardo Colella che con autorevolezza e generosità hanno negli anni guidato questa Associazione facendosi promotori di notevoli iniziative, ed ai quali mi rifaccio, con molta modestia, per cercare di essere all’altezza di questo importante ed impegnativo ruolo che spero di assolvere nel migliore dei modi per non deludere le aspettative di chi ha visto in me il nuovo Presidente della Società Operaia.
Così come altrettanto d’esempio è per tutti noi il Presidente Onorario Dott. Luciano Barbetta che con la sua esperienza, lavoratore instancabile, incarna appieno i valori mutualistici che hanno ispirato la nascita della Società Operaia e che ancora oggi muovono questa nostra Associazione.
Il quadriennio che abbiamo davanti a noi sarà sicuramente arduo ma l’obiettivo che dovrà motivare il nostro lavoro sarà quello di dare sempre più lustro a questo Sodalizio, all’insegna dei suoi valori cardine; di mettere in atto, pertanto, lo spirito mutualistico che lo contraddistingue e questo, ve lo assicuro, ripagherà ogni singolo sforzo che sarà fatto.
Impegno e dedizione, quindi, dovranno muovere il nostro operato, perché, oltre al mio interessamento, mi auguro di riscontrare in ciascuno di voi membri e soci la stessa disponibilità e partecipazione costruttiva per lo sviluppo del Sodalizio.
Il contributo che questa Associazione ha dato negli anni al progresso sociale della nostra Città è significativo e, sulla scia di quanto già fatto, la nostra azione deve essere incisiva per continuare ad operare nel tessuto sociale e dare risposte ai bisogni materiali, oltre che per una crescita morale e culturale.
Tutto questo dipende da noi.
Il programma da mettere in atto nel quadriennio 2016/2020 è corposo.
Lo scopo principale di una Società di mutuo Soccorso è quello di essere vicino alle problematiche e alle necessità dei sui soci in primis, e della Comunità più in generale, e anche la nostra Società si pone questa priorità.
Verranno, pertanto, organizzate rilevanti iniziative sociali, tra cui tavole rotonde che, con il coinvolgimento di diversi interlocutori, proveranno a trovare soluzioni ai problemi che affliggono l’artigianato, categoria trainante del nostro territorio, così come di altri settori dell’economia della Città che in questo periodo storico sono così tanto vessati.
Uno sguardo particolare sarà dato ai problemi che riguardano la famiglia, i rapporti inter-personali e lavorativi che caratterizzano la quotidianità di ciascuno di noi e, a tal proposito, verranno organizzati dei convegni che, con gli approfondimenti di illustri relatori che avremo il piacere di invitare nella nostra Sede, ci aiuteranno a trovare una chiave di lettura di questi fenomeni sociali e, perché no, una possibile risoluzione.
Ci avvarremo delle varie professionalità dei nostri soci Consiglieri per trattare tematiche di interesse collettivo vicine alle esigenze dei cittadini e che necessitano di una analisi attenta.
Tra i nostri interventi vi è poi quello di promuovere la riscoperta dei mestieri attraverso la sensibilizzazione dei ragazzi che verrà attuata mediante la collaborazione con le scuole alle quali presenteremo dei progetti per valorizzare l’artigianato, vera risorsa del domani!
E’ in cantiere la creazione di un ufficio all’interno della nostra sede che possa dare ai soci un’assistenza ed un aiuto concreto nell’affrontare i quotidiani e, spesso problematici, rapporti con la burocrazia, coadiuvandoli nella redazione di richieste, modelli, stampati da presentare ai vari uffici, si cercherà di andare incontro anche a chi ha difficoltà a rapportarsi con il mondo telematico che ormai incalza in ogni ambito e che a volte spaventa.
Doteremo, quindi, quest’ufficio di tutti gli strumenti necessari che permetteranno di offrire la più vasta gamma di servizi.
Il programma prevede inoltre la realizzazione di un soppalco, già pensato e messo in cantiere dalle nostre precedenti amministrazioni, che colleghi le due cappelle funerarie, vecchia e nuova, della Società Operaia.
Saremo sempre al fianco dell’Amministrazione Comunale per rimostrare le nostre esigenze di lavoro e per farci portavoce di ogni singola vicenda che richieda l’intervento della Pubblica Amministrazione.
Continueremo a farci promotori di quella solidarietà che salva la vita. Quel piccolo gesto di donare il sangue che nella sua semplicità dona veramente la speranza al nostro prossimo. Ci sarà quindi, in collaborazione con la Fidas Nardò, la nostra giornata della donazione l’8 dicembre. Sentita e radicata ormai nella tradizione religiosa e culturale neretina è la suggestiva fiaccolata in occasione della festività dell’Immacolata con il suo momento più emozionante della deposizione dell’omaggio floreale alla Madonna prossima alla sua 21esima edizione che ci impegniamo ad organizzare con cura.
Non meno importanti saranno le iniziative di carattere culturale che spazieranno dalle manifestazioni sportive a quelle musicali, a quelle volte a valorizzare il patrimonio artistico e ambientale della nostra bellissima e virtuosa Città che coinvolgeranno le istituzioni locali e la cittadinanza tutta.
Così come non mancheranno dei momenti conviviali, come la consueta e tanto partecipata festa di Carnevale.
Costante sarà anche la relazione con le altre Associazioni presenti sul territorio locale ed anche con le altre Società Operaie per coordinarsi e arricchirsi vicendevolmente.
In queste attività sempre valido e necessario si dimostrerà il contributo dei soci consiglieri Francesco Frasca e Franco Barone.
Il fiore all’occhiello di questo programma sarà poi quello di riuscire a regalare a questa nostra Società operaia una delle innovazioni più importanti e significative che rimarrà nella storia della sua esistenza e cioè consentire, come già da diverso tempo avviene in tante altre Società d’Italia, l’iscrizione a questo stimato Sodalizio anche alle donne che potranno favorire antiche e anche nuove attività artigiane.
Il nostro lavoro, quindi, è solo all’inizio!
Rimbocchiamoci le maniche e affrontiamo questo viaggio insieme con sempre più rinnovata passione e dedizione.

Grazie ancora a tutti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *